Presentazione

La motivazione che spinge una persona a scrivere la storia del proprio paese è fondamentalmente di natura affettiva.

A volte questa sorta di devozione filiale può giocare scherzi emotivi non sempre compatibili col rigore della ricerca, ma a tale proposito il campo va sgomberato subito perché il lavoro di Gioacchino Berardi si pone decisamente fuori da un simile rischio, legato com'è a testimonianze d'archivio, archeologiche e orali; le tre fonti che la storiografia pone alla base di ogni ricostruzione storica. Anche della storia locale. E proprio sotto questo aspetto, la storia locale scritta da Berardi si propone sia come ampliamento della ricerca storica, sia come tentativo riuscito per dare significato ai momenti particolari dello svolgimento del progresso della vita sociale della sua Duronia. Cito per tutte le fonti riportate i Registri Angioini per il Medioevo, momento rifondante del Molise dopo la disgregazione seguita alla caduta dell'impero d'occidente, i ritrovamenti degli antenati Sanniti vista dalla parte dei vinti, i racconti degli anziani spesso confortati da dati anagrafici puntuali.

Non disgiunto poi dal rispetto delle fonti si presenta l'approccio metodologico, di cui piace ricordare il ricorso a  valutazioni espresse da studiosi di chiara fama sugli eventi e sui monumenti presi in esame. Che poi l'autore faccia sentire qua e l'à il proprio parere su alcune di queste valutazioni, non deve apparire fuor di luogo per vari motivi. In particolare perché egli è sollecitato da considerazioni scaturite da ricerche presentate con la discrezione del caso e con la cautela del navigatore consapevole di avere sempre dinanzi il mare aperto della conoscenza.

Un altro pregio del libro che colpisce il lettore è costituito sicuramente dalla mole di dati che esso contiene; dati che spaziano fino alle società economiche locali ottocentesche, dalle quali dipende tanta parte della storia del Molise piu vicino, innervato appunto nella fitta rete delle Società di Mutuo Soccorso, delle Congreghe, delle Casse Rurali, dei Monti Frumentari. Non mancano poi riferimenti ai costumi, alle consuetudini, ai luoghi di culto e relativi pastori; tutti elementi che aiutano a riportare nella storia ufficiale la storia dei senza storia, nel rispetto della piu generale concezione moderna secondo cui la storia non è solo quella degli eroi. In ogni tempo.

Apprezzabile è anche lo sforzo costante presente nell'opera teso a ricercare il  collegamento di eventi locali con quelli non locali. Si tratta di un aspetto da non sottovalutare, perché tutta la storia del Molise di ogni epoca presenta connessioni con quella non solo molisana. E puesto rapporto non viene mai taciuto nel libro.

Spaventerà il lettore l'elevato numero di pagine, ma l'impressione è di quelle destinate a stemperarsi subito nella praticabilità della consultazione. Nel libro, infatti, i settori sono articolati ed autonomi allo stesso tempo, sicché la lettura può avvenire per epoche e, all'interno di queste, per argomento. Inoltre il linguaggio è quello semplice del racconto. Vi è poi un motivo in piu a favore della raccolta dettagliata di notizie; i paesi del Molise hanno le "carte" del loro passato disseminate nelle località più disparate della penisola, e trovarle riunite e documentate con note e bibliografia in un unicovolume vuol dire poter disporre di una pregevole data base utilizzabile per qualsiasi lavoro di recupero del passato, pregiudiziale ad ogni sviluppo futuro.

Molti sono gli altri aspetti del libro che andrebbero qui richiamati, ma è più giusto che a scoprirli sia il lettore.

Per quanto mi riguarda, sono lieto di averlo potuto leggere prima che venisse dato alle stampe.

Natalino Paone



[Immagini d'Ieri] [Immagini d'Oggi] [Parrocchia]
[In Ricordo di] [Commemorazione] [Famiglie] [Racconti]
[Duroniesi] [Nascita] [Matrimonio] [Gastronomia]
[Comune di Duronia] [Avvenimenti] [Media] [Comuni Molisani]
[Commerci] [Turismo] [Informazione Utile] [Indice & Aiuto]
[Famosi Italiani] [Links per Molise] [Links Italia]
[Segnate il Guestbook] [Visitate il Guestbook] [Primo Guestbook]
HOME (english) ..................... HOME (italiano)
HOME


mailbox
Email