Cammino in seminario
Leonardo Sacco

Parlare di vocazione in questi tempi, in cui Dio sembra dimenticato da
tutti, ci fa un po’ paura, senza calcolare che noi tutti siamo chiamati da
Dio stesso a svolgere un compito all’interno della nostra società umana.
Importante infatti, capire ciò che Dio ci chiama a fare all’interno della
società, in quanto il nostro operare, qualsiasi esso sia, deve far si che
edifichi il mondo e la società in cui viviamo. Questo significa che non
importa ciò che facciamo, ma per chi e per quale scopo lo facciamo.
Qualsiasi cosa Dio ci chiama a compiere ci chiama a farlo con amore,
perché il frutto del nostro lavoro è il benessere degli altri e di noi stessi.

Di vocazioni sacerdotali purtroppo se ne sente parlare sempre poco, ma
importante invece capire che ruolo ha il sacerdote nella moderna società.
Siamo entrati ormai in un meccanismo in cui l’uomo sente se stesso al
di sopra di ogni cosa, pronto a sconfiggere ogni male e a risolvere ogni
tipo di problema, siamo pronti a decidere di manipolare la nostra stessa
vita umana pur di ricavarne un bene a discapito di tutto il resto! Facendo
così però, perdiamo il senso sacro della vita, ed il valore maggiormente
sacro e supremo di Dio. Il sacerdote, come dice la parola stessa, è colui
che “da il sacro”, questo è il compito del sacerdote amministrare un
bene che non viene da mani d’uomo, ma da Dio stesso. È un compito
duro e faticoso, ed è appunto per questo che Dio chiama fra gli uomini
qualcuno che, tramite il suo aiuto, sia all’altezza di questo compito.

La mia vocazione è nata da bambino, non saprei spiegare razionalmente
come, ma certamente ha avuto un grande peso la mia prima comunione.
Sento di aver ricevuto quel seme che ora Dio sta coltivando dentro di me.
La via verso il sacerdozio non è una via facile, ma questo non significa
affatto che non è percorribile! Bisogna innanzitutto accettare le prove che
Dio ti manda e resistere alle tentazioni del demonio, che non smettono mai.
Ma la sequela di cristo non è solo sofferenza e privazioni come facilmente
Si può pensare, Dio per ogni rinuncia è pronto a darti molto di più di quanto
Noi stessi possiamo aspettarci. «Chiunque avrà lasciato case, o fratelli, o
sorelle,o padre, o madre, o figli, o campi per il mio nome, riceverà cento
volte tanto e avrà in eredità la vita eterna» (Mt 19, 29). Le parole del
vangelo sono chiare e vere! È proprio così, la ricompensa che Dio ti da è
superiore alle nostre aspettative, è ovvio che non può essere presa nel
senso letterale, ma la felicità e la grazia che arriva dopo aver scelto la
strada che lui ti ha preparato, è indescrivibile a parole umane.

Ora mi trovo a seguire Cristo, perché è con lui e in lui che tutto ha senso,
le gioie come i dolori, non potrebbero essere comprese se non alla luce di
Cristo e della sua risurrezione. Questa deve essere la gioia del cristiano:
portare nelle proprie case, nel mondo del lavoro e in tutta la società, la
gioia che Gesù, con la sua sofferenza, ci ha donato un qualcosa di grande
che non deve essere nascosto ma và manifestato a tutti con la nostra vita.

La vita in seminario non è una vita “da collegio” come spesso si pensa, è
un Luogo dove si vive nella quotidianità e nella normalità, la realtà della
vita comunitaria dello studio e della preghiera. Il tempo che si trascorre in
seminario è essenzialmente un tempo di grazia, ovvero un tempo che
dovrebbe permettere l’edificazione di un rapporto personale con Dio in
modo intimo, questo non per diventare santi, ma per capire ciò che Lui
vuole veramente da te. Il seminario non è affatto una fabbrica di preti,
ma un luogo dove Dio tramite i suoi doni, ti fa comprendere giorno per
giorno la sua volontà, che non necessariamente deve essere quella della
vita sacerdotale.

Concludendo desidero innanzitutto salutare tutta la comunità di Duronia
e i Duroniesi sparsi nel mondo, i sacerdoti originari di Duronia che si
trovano in giro per l’Italia e nei luoghi di missione, e prego il Signore
che benedica e custodisca sempre questa piccola realtà, a cui sono legato.

Fotos - Benedizione della Croce
Home