Bangladesh, Luglio 16, 2002


Carissima Antonietta,
Questa mattina, venendo al nostro centro qui di Khulna, dove c'è la
possibilità di scambio e-mail, ho trovato la lieta sorpresa del tuo
messaggio e mi affretto a risponderti prima di ritornare al mio posto di
missione, dove non è arrivato ancora il telefono e quindi non c'è modo di
comunicare elettronicamente. Come vedi, hai ragione tu: il mio indirizzo è
cambiato da quando è venuto a trovarmi mio nipote Elio (il figlio di
Giovanni) che mi ha portato un PC, dandomi così l'opportunità di avere un
indirizzo e-mail personale. Ogni volta che entro in rete, vado a visitare
il tuo sito su Duronia per vedere se ci sono delle novità e capita
sempre che c'è qualche lieta sorpresa. Grazie ancora una volta per questa
tua geniale iniziativa, che offre ai Duroniesi sparsi ai quattro ventidi
comunicare fra di loro.

Qui la missione continua, come può continuare in Bangladesh, fra calamità
naturali e alluvioni. Già varie parti del paese sono sotto acqua e siamo ancora
agli inizi della stagione delle piogge. Le ragioni di questi ricorrenti disastri
sono fondamentalmente due: da una parte i fiumi, mai dragati, non avendo
pendenza non riescono ad assorbire l'enorme massa d'acqua che si riversa
dal cielo in pochi giorni; dall'altra, a monte, l'India  ha costruito sul Gange
enormi dighe e quando si vede in pericolo, apre le cataratte e così tutta quella
massa d'acqua viene a sfociare in Bangledesh, che così, durante il periodo
asciutto, diventa sempre più asciutto e durante il periodo bagnato diventa
sempre più bagnato fino a rimanere per lunghi mesi sott'acqua con enormi
disagi da parte della povera gente.

La missione di Chuknogor quest'anno non è stata ancora sfiorata
dall'alluvione, ma una larga zona attorno a noi(centinaia di villaggi)è
sotto acqua. Varie organizzazioni, sia private che governative, sono già da
tempo all'opera per alleviare la sofferenza della gente e, naturalmente,
noi non stiamo a guardare e cerchiamo di essere vicini alla gente, dando
nel limite delle nostre possibilità, la nostra piena collaborazione.

Recentemente da Montreal, tramite mia cugina Sabina Morsella, mi sono arrivate
delle offerte per la missione. Non ho i nominativi degli offerenti, ma sento
di ringraziarli tutti vivamente e vorrei pregarti di estendere i più cordiali
saluti a tutti i Duroniesi del Canada. Sperando di risentirci a presto,
ti saluto e ti benedico.

P.Antonio Germano.

Il mio indirizzo per chi voglia mettersi in corrispondenza con me:
Fr. Antonio Germano
P. O. Box 59
BOYRA – KHULNA 9100
BANGLADESH


home
duronia

Email